Menu

Team di studenti vince il finanziamento UNOOSA DropTES

Un team di studenti appartenenti alla laurea magistrale di Ingegneria Spaziale del Politecnico di Milano ha vinto un finanziamento dell’United Nations Office for Outer Space Affairs (UNOOSA) per lo studio di fenomeni di “sloshing” in condizioni di microgravità mediante fluidi ferromagnetici.

Il programma DropTES finanzia l’accesso alla torre di caduta libera del Center of Applied Space Technology and Microgravity (ZARM) di Bremen, una struttura in grado di simulare condizioni di microgravità. I fluidi ferromagnetici testati dagli studenti sono liquidi che subiscono l’influenza di campi magnetici. Questa particolarità può rappresentare un’interessante evoluzione nella gestione dei liquidi in condizioni di microgravità consentendo. Per esempio, si potrà controllare attivamente il posizionamento e il movimento dei liquidi nei serbatori di nanosatelliti di nuova generazione, rivoluzionandone le strategie di controllo d’assetto. Il team di studenti sta ora preparando la campagna sperimentale di prova che si terrà a fine 2019, nel mese di novembre.

L’iniziativa è coordinata dal Laboratorio di Propulsione Aerospaziale (SPLab), Dipartimento di Scienze e Tecnologie Aerospaziali del Politecnico di Milano e include i dipartimenti di Fluid Mechanics e di Applied Physics III dell’Università di Siviglia, e il Autonomous Vehicle Systems Laboratory della University of Colorado Boulder.


To Content